[A PANTELLERIA] Il caro benzina e bombole attanaglia l’isola e i cittadini non ci stanno: la protesta arriva nell’aula consiliare

0
340

Gli abitanti di Pantelleria protestano per il  caro benzina e il caro bombole. L’iniziativa è stata promossa da un comitato spontaneo guidato da Pino Li Vigni, noto per le sue lotte civiche. Durante l’incontro che si è svolto presso l’aula consiliare, sono stati affrontati i problemi che la comunità dell’isola si porta dietro oramai da molti anni: il costo elevato del carburante e delle bombole del gas.

Il castello Barbacane di Pantelleria (foto tratta da ilovepantelleria.net).
Il castello Barbacane di Pantelleria (foto tratta da ilovepantelleria.net).

«Questa iniziativa è nata con lo scopo di chiedere la riduzione dei costi – hanno detto i manifestanti – la popolazione chiede che il prezzo di trasporto deve essere calcolato senza penalizzazioni e costi aggiuntivi. Noi abbiamo diritto di essere agevolati e non penalizzati e che i nostri costi siano allineati a quelli di altre regioni». Il vice sindaco Angelina Siracusa, davanti all’assemblea, ha preso l’impegno di riunire un tavolo tecnico per poter discutere al più presto delle questioni. A Pantelleria la bombola di gpl da 10 chili costa 25 euro, con consegna a domicilio il prezzo arriva a 27 euro. La benzina, infine, ai distributori di carburante sull’isola costa 2 euro a litro.

(ha collaborato Caterina Giglio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta