«Abbiamo bisogno di persone oneste…nelle istituzioni e nella Chiesa»

0
191

LETTERA del 5 giugno 2014 inviata a condividere@diocesimazara.it

Da poco tempo è in libreria il volume “Onestà” della Raffaello Cortina Editore.  L’autrice Francesca Rigotti,  insegnante presso la facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università della Svizzera italiana a Lugano,  afferma  – in estrema sintesi –  che l’onestà è una cosa troppo seria per lasciarla in mano a politici e amministratori non sempre educati ai temi etici. Il libro – speriamo di presentarlo presto nel nostro Centro “I giusti di Sicilia” a Mazara del Vallo – , ci ricorda che l’onestà ha a che fare con intenzioni, motivi e disposizioni del carattere e del comportamento di una persona.  Infatti se apriamo il dizionario Treccani alla voce onestà troviamo la seguente definizione: la disposizione di animo e il comportamento di chi è onesto; onesto: di persona che agisce con onestà, lealtà, rettitudine, sincerità, astenendosi da azioni riprovevoli nei confronti del prossimo. Di persone oneste ne abbiamo bisogno in tutti gli ambienti di d vita e nei diversi contesti civili e religiosi.

1) La persona onesta non discrimina nessuno. Agisce nella massima trasparenza e non fa preferenze. Soprattutto chi è eletto nelle pubbliche istituzioni deve ascoltare e sostenere tutti e non solamente i suoi parenti e/o  “supporters elettorali”.
2) La persona onesta non tratta male gli altri, non è arrogante e rispetta la dignità di ciascuno.
3) La persona onesta risponde ad un invito e a chi le formula proposte di natura sociale e di sostegno ai deboli.
4) La persona onesta non approfitta del suo ruolo e/o responsabilità politica per consolidare il suo patrimonio economico con pratiche corruttive e di spreco del denaro pubblico.
5) La persona onesta s’impegna energicamente a combattere la mentalità mafiosa e l’uso intimidatorio dell’esercizio del potere.
6) La persona onesta si allea con chi cerca il bene comune, la promozione dei diritti sociali, la difesa dell’ambiente,  la diffusione della lotta non violenta per affermare la libertà e la giustizia.

L’elenco delle disposizioni e dei comportamenti delle persone oneste potrebbe continuare. Non aspettiamo che l’onestà sia vissuta dagli altri, pratichiamola ognuno nei gesti quotidiani. Continuiamo ad educarci ed a educare all’onestà. In ogni occasione, in ogni scelta (anche quando votiamo), in ogni parola ed espressione devono prevalere la sincerità e la volontà di far del bene alle persone. Avremo sempre bisogno di persone oneste! La persona onesta è una persona serena e attiva, non tira a campare-rubare-sfruttare, ma sa che l’onestà “paga” perché dona coraggio e profonda armonia.

Don Francesco Fiorino
(francesco.std@gmail.com)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta