[BELICE/45° TERREMOTO] Il Vescovo a Poggioreale: «L’eredità lasciata è il tessuto umano di una Valle» – ASCOLTA L’OMELIA

0
358

Seconda celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo, lunedì 14 gennaio, stavolta nella parrocchia Maria Ss. Immacolata di Poggioreale. Dopo Salaparuta, monsignor Domenico Mogavero ha celebrato (insieme a don Salvatore Pavia, don Giuseppe Titone e don Vito Saladino) nella matrice dell’altro centro belicino che fu colpito dal sisma del 1968. Nella tre giorni dedicata alla commemorazione delle vittime e al ricordo, nel 45° anniversario dal sisma, la messa presieduta dal Vescovo è stata l’ennesima testimonianza nei confronti dei cittadini della Valle colpiti da quel terribile terremoto.

sal1
Il Vescovo in visita alle rovine della chiesa madre di Salaparuta, distrutta dal terremoto del ’68.

Nell’omelia il Vescovo ha ribadito la necessità dell’unione: «Il coordinamento dei sindaci non deve essere solo un valore formale – ha detto – ma un legame di condivisione, di maggiore scambio, di messa in comune di quel poco che ognuno ha. Ciò che è poco ed è condiviso si moltiplica». Poi l’accento sui valori che detengono questi territori feriti: «Il terremoto ci ha messo nella condizione di privilegiare molto il rapporto umano, vero, per il quale nessuno sente estraneo ciò che l’altro vive in ogni momento, nel bello e nel sofferto. Questa dovrebbe essere l’eredità migliore lasciata: il tessuto umano di una Valle che si ritrova a vivere la solidarietà come valore prioritario, capace di dare delle risposte che nessuno riesce a dare. Ecco, la capacità di essere più essenziali. Una lezione che sia finalizzata a privilegiare uno stile di vita nuovo, più sobrio, che non inclini molto verso quel metodo dell’usa e getta. C’è il rischio che l’usa e getta coinvolga le relazioni».

poggioreale_vecchia
Un particolare del vecchio centro di Poggioreale.

Per ultimo un passaggio su questi territori che non vanno abbandonati: «Bisogna avere il rispetto della natura che non sia asservito solo alla sete di guadagno ma sia un incontro con un valore trascendentale che è il rapporto col Dio creatore. Pensiamo a tutto questo, quando facciamo memoria di chi non c’è più». Alla cerimonia hanno preso parte, tra gli altri, i deputati regionali Giovanni Lo Sciuto, Mimmo Fazio e Sergio Troisi.

ASCOLTA LA SECONDA PARTE DELL’OMELIA: omelia_14_gennaio_2013_poggioreale

 

Testo e foto di Max Firreri

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta