Enti locali, il Vescovo ai rappresentanti di Governo:
‘Il bene comune sia obiettivo di una ottimale gestione’

0
147

«L’obiettivo di una ottimale gestione dell’ente locale deve essere quello di perseguire il bene comune, l’interesse di tutti, senza particolarismi e clientele che mirano a coltivare solamente il consenso ai fini elettorali. Soltanto così si può togliere ogni dubbio che, in alcuni casi, lascia pensare che l’operato di un amministratore abbia il fiato corto». Lo ha ribadito il Vescovo di Mazara del Vallo monsignor Domenico Mogavero davanti agli amministratori degli enti locali (Regione, Provincia e Comuni) che hanno accolto l’invito all’incontro di spiritualità che prima di Natale tiene il prelato in una parrocchia della Diocesi, su iniziativa dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, giustizia e pace, e salvaguardia del creato, guidato da don Edoardo Bonacasa. Stamattina l’incontro si è tenuto presso la parrocchia Maria Ss. della Chiesa in contrada Ciancio a Marsala alla presenza di sette sindaci su tredici comuni della Diocesi (tre dei quali commissariati), durante il quale il Vescovo ha anche ribadito la necessità sempre più urgente di sapere ascoltare:

Oggi – ha detto il Vescovo – c’è il pericolo che la rete coi suoi social network faccia crescere sempre di più nuove solitudini, alimentando la diminuzione a relazionarsi con gli altri. Ecco, l’impegno di chi ha posti di responsabilità è anche quello di ascoltare». Da parte dei sindaci è emersa la necessità di una maggiore collaborazione con la Chiesa ma anche una riflessione concreta su alcune regole – come i patti di stabilità – che non consentono lo svolgimento di determinate attività: «Il sindaco deve seguire la regola del guardare al bene comune – ha detto l’onorevole regionale Mimmo Fazio, già sindaco per dieci anni di Trapani – il proprio dovere è quello di amministrare nell’interesse di tutti e non alimentando il clientelismo. Ma spesso questo ricorre nei discorsi e poi nella pratica si assiste a tutt’altri comportamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta