[I DATI DELLA UIL] Cresce il tasso di occupazione in provincia di Trapani: nel 2015 solo il 16,7% quelli senza lavoro

0
198

Diminuisce il tasso di disoccupazione e cresce quello di occupazione in provincia di Trapani dal 2013 al 2015. Secondo i dati Istat, se nel 2013 i disoccupati erano il 22,5 per cento, nel 2015 lo sono il 16,7, mentre i trapanesi occupati nel 2013 erano il 39,5 per cento e quelli occupati nel 2015 il 42,4 per cento. I dati sono stati forniti dalla Uil Trapani in occasione dell’attivo dei quadri e dei dirigenti che si è svolto presso il salone delle conferenze della Camera di Commercio sul tema “Pensioni e legge di stabilità. I punti dell’intesa, il nostro impegno continua”, ai quali sono intervenuti, tra gli altri, il segretario generale della Uil Trapani Eugenio Tumbarello, il presidente del Caf Uil Giovanni Angileri e il segretario confederale Uil Domenico Proietti.

uiltp2

«I dati – spiega Tumbarello – seppur positivi, vanno letti e analizzati con attenzione. Vi sono, infatti, degli elementi da tenere in considerazione, primo fra tutti l’applicazione degli incentivi all’occupazione del Jobs Act, che tuttavia stanno per terminare. Proprio a conclusione di tali incentivi potremo dire se i loro benefici saranno duraturi nel medio e nel lungo periodo. A incidere, poi, sul tasso di occupazione vi è l’utilizzo massiccio negli ultimi anni dei vaucher, i cosiddetti buoni lavoro per la retribuzione del lavoro occasionale, che altro non hanno fatto che dar vita a una nuova frontiera del precariato, tanto da indurre lo stesso Ministero del Lavoro a introdurre dei correttivi e limiti al loro utilizzo. La Uil – continua Tumbarello – a livello nazionale ha incentrato la sua azione di confronto con il Governo indicando la strada di una programmazione di lungo periodo che permetta alle aziende di pianificare il lavoro tramite una riduzione del costo del lavoro che possa essere costante».

uiltp1
Eugenio Tumbarello, Domenico Proietti, Giovanni Angileri e Claudio Barone.

A proposito di incentivi all’occupazione la Uil, insieme agli altri sindacati,  è stata ascoltata in audizione alla Camera dei Deputati per esprimere le proprie osservazioni sulla Legge di Bilancio 2017. «In occasione della convocazione parlamentare – afferma Proietti – abbiamo messo in evidenza come la legge di Stabilità presenti alcune misure senz’altro lodevoli. Valutiamo, infatti, positivamente i provvedimenti innovativi del sistema previdenziale. Tra gli elementi che la Uil, invece, ha chiesto di migliorare vi è l’indeterminatezza del sistema di incentivazione all’occupazione, fondamentali per imprimere all’economia del Paese un andamento positivo». «Lavoro e famiglia – dichiara Angileri – sono da sempre al centro della nostra azione sindacale e la Uil terrà sempre al centro dei propri obiettivi la tutela dei diritti dei cittadini facendoli rispettare con tutti i mezzi a propria disposizione».

LEGGI QUI IL GIORNALE CONDIVIDERE DEL 2013 COL FORUM COI SINDACATI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta