[IL CONCORSO] Sfida vinta dagli studenti di Campobello di Mazara: in gara per il MpV

0
431

Gli studenti campobellesi Alessia Pizzolato, Adele Sorrentino, Francesca Bono e Francesco Accardo, vincitori della 29ª edizione del concorso scolastico europeo indetto dal Movimento per la vita italiano, sono stati ricevuti dal sindaco di Campobello di Mazara, Giuseppe Castiglione.  Il concorso, che quest’anno è stato intitolato Maternità 2.0: procreazione o produzione? e che ha visto la partecipazione di circa un milione di studenti provenienti da scuole medie, superiori e università italiane, ha rappresentato per i ragazzi un’opportunità di riflessione e di approfondimento di alcune tematiche fondamentali sui temi della dignità umana, del diritto alla vita, della pace e dell’unità dei popoli.

Gli studenti premiati col sindaco Castiglione, gli assessori Antonella Moceri e Lillo Dilluvio e il presidente del consiglio comunale Simone Tumminello.

Con un originale elaborato scritto sul tema, la 18enne Alessia Pizzolato, alunna del Liceo classico “G. Pantaleo” di Castelvetrano, in particolare, è stata tra i sette giovani siciliani vincitori del concorso che sono stati premiati con un viaggio al Parlamento Europeo di Strasburgo, dove, dal 13 al 16 dicembre scorsi, assieme ad altri 100 studenti provenienti da tutta Italia, ha avuto l’opportunità di simulare una seduta parlamentare. Al secondo posto si sono, invece, classificati Adele Sorrentino (17 anni, alunna del Liceo classico), Francesca Bono (17 anni, dell’Istituto tecnico Commerciale di Castelvetrano) e Francesco Accardo (18 anni, del Liceo scientifico di Castelvetrano). Questi ultimi sono stati premiati con un viaggio a Cetraro (Cosenza), dove hanno svolto diverse attività formative e laboratoriali presso la Colonia di San Benedetto.

© RIPRODUZIONE VIETATA

Nessun commento

Scrivi una risposta