[IL CORSO] “Vivere cristiano al tempo di internet. Prospettive e progetti mediaeducativi”: a gennaio 4 giorni di lezioni a Enna – LA SCHEDA

5
258

Si terrà dal 28 al 31 gennaio 2015 a Enna il corso ”Vivere cristiano al tempo di Internet. Prospettive e progetti mediaeducativi”, proposto dall’Ufficio regionale per la cultura e le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Siciliana. Il corso vuole formare all’uso creativo delle nuove tecnologie gli animatori delle comunicazioni sociali. Lo fa accompagnando i partecipanti attraverso una serie di seminari teorico-concettuali, in plenaria, riguardanti internet e le tecnologie digitali in genere. Ma non solo: uno dei punti di forza dell’appuntamento sono i laboratori paralleli di progettazione/produzione multimediale. Realizzati dagli esperti dell’associazione italiana per l’educazione ai media e alle comunicazioni (Med), questi si dividono in tante aree tematiche quanti sono gli ambiti della tecnologia utilizzabili.

Il laboratorio su “Il fumetto digitale” ha una durata di 16 ore ed è condotto da Alessia Rosa, referente Med Piemonte, Università di Torino. Il fumetto è un linguaggio da sempre utilizzato in ambito educativo perché l’unione di immagini e parole consentono di coinvolgere emotivamente il lettore, aiutandolo nella comprensione, nell’analisi e nell’assimilazione di messaggi complessi. La digitalizzazione dei fumetti ne ha consentito una più ampia diffusione nonché la semplificazione dei processi di realizzazione. In contesto educativo le capacità di realizzazione grafica è secondaria rispetto alle necessità di acquisire competenze comunicative efficaci. Il laboratorio propone, dunque, un insieme di strumenti di analisi, progettazione e realizzazione di fumetti digitali, che potranno essere utilizzati come sezioni dei giornali parrocchiali, come strumenti di animazione negli oratori o come supporti alla catechesi. Tra gli obiettivi del laboratorio su “Il fumetto digitale”: 1. acquisire gli strumenti di analisi del linguaggio dei fumetti; 2. delineare modalità di utilizzo del fumetto digitale nelle attività di animazione e catechesi; 3. progettare fumetti digitali; 4. produrre fumetti digitali; 5. condividere fumetti digitali.

 Il laboratorio “Dal video alla web tv. Laboratorio video” ha una durata di 16 ore ed è condotto da Luciano Di Mele, Med, Università Uninettuno. Il laboratorio ha lo scopo di far conoscere le possibilità comunicative e formative del video e della sua diffusione via internet attraverso la creazione di una web-tv. I partecipanti potranno percorrere le tre fasi del lavoro con l’audiovisivo: pre-produzione, produzione e post-produzione. la realizzazione di un video consente di affrontare molti temi formativi: la ricerca dei contenuti, il lavoro di gruppo, il processo di costruzione dell’identità, le competenze tecnologiche, la costruzione di senso in una prospettiva spiritualmente orientata, il dialogo inter-culturale e inter-religioso. Nello specifico il processo di realizzazione del video e la sua diffusione hanno lo scopo primario di fare acquisire le competenze necessarie al fine di usare uno strumento espressivo e, in seconda istanza, a riflettere sull’esperienza stessa e sul valore dei significati condivisi e comunicati. Tra gli obiettivi del laboratorio “Dal video alla web tv. Laboratorio video”: 1. conoscere le principali tecniche di videoripresa; 2. saper utilizzare alcuni elementi di montaggio video; 3. conoscere i principali generi della rappresentazione audiovisiva; 4. saper analizzare parti di materiale mediale e individuarne il messaggio; 5. saper lavorare in gruppo per le realizzazione di un prodotto mediale; 6. conoscere l’evoluzione della televisione e della web tv; 7. conoscere le principali possibilità di diffusione dei video via web; 8. sapere creare una web-tv.

Il laboratorio “Il giornalismo partecipativo in rete: il wikijournal” ha una durata di 16 ore ed è condotto da Maria Ranieri, Med, Università di Firenze. Il laboratorio si propone di sviluppare competenze comunicative, espressive e collaborative, attraverso la realizzazione di un giornale scritto a più mani sul modello della celebre Wikipedia. La valenza formativa del percorso è duplice: da un lato, si propone di riflettere sul concetto di credibilità e affidabilità dell’informazione, promuovendo pensiero critico e capacità di analisi; dall’altro, si intende attivare processi di cooperazione consapevoli e intenzionalmente orientati alla costruzione e condivisione di prodotti comuni orientati. Tra gli obiettivi del laboratorio “Il giornalismo partecipativo in rete: il wikijournal”: 1. stimolare la riflessione intorno al concetto di fonte e di credibilità; 2. promuovere capacità di scrittura collaborativa e di redazione giornalistica; 3. favorire lo sviluppo di una cultura del commento e della scrittura eticamente responsabile; 4. acquisire conoscenze sulle tecniche di lavoro cooperativo.

 Il laboratorio su “La fotografia” ha una durata di 16 ore ed è condotto Angela Bonomi Castelli. La fotografia riassume, concentra e condensa, è ferma e induce alla riflessione. Attimi irripetibili che ci insegnano a pensare. la fotografia è cultura da valorizzare, ma soprattutto conoscere nei suoi codici e nelle sue tante articolazioni ed applicazioni. Spesso è occasione d’incontro e di discussione: linguaggio che accompagna il nostro sguardo sui sentieri del quotidiano. Il laboratorio prevede un approccio all’immagine fotografica secondo un’analisi testuale, di contenuto e pragmatica. Il percorso laboratoriale si propone di: 1. analizzare l’immagine fotografica come strumento privilegiato per rappresentare idee, per il suo potere sintetico e la sua immediatezza; 2. considerare la rappresentazione del linguaggio biblico, il linguaggio liturgico, il linguaggio etico-sociale e dei simboli della fede nelle immagini della storia e del quotidiano; 3. produrre e montare immagini per costruire percorsi significanti.

SCARICA QUI LA SCHEDA D’ISCRIZIONE 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 Commenti

  1. La quota di iscrizione è di 20 euro. La quota di soggiorno è di 215 euro per la singola, per la doppia 170 euro. Il costo a persona per il corso è di 160 euro. Per maggiori informazioni potrà chiamare la segreteria pastorale della Cesi (che organizza) al numero di telefono 091.6685491.

  2. salve vorrei maggiori informazioni sui corsi ed anche sulla logistica ad esempio come si parte per enna quanto costa tutto il corso grazie buon giorno

    • La quota di iscrizione è di 20 euro. La quota di soggiorno è di 215 euro per la singola, per la doppia 170 euro. Il costo a persona per il corso è di 160 euro. Per maggiori informazioni potrà chiamare la segreteria pastorale della Cesi (che organizza) al numero di telefono 091.6685491.

  3. DESIDERO RICEVERE MAGGIORI DETTAGLI SUL CORSO CHE SI TERRA’ A ENNA NEL GENNAIO 2015 RELATIVAMENTE ALLA SISTEMAZIONE LOGISTICA E AL COSTO TOTALE.

    • La quota di iscrizione è di 20 euro. La quota di soggiorno è di 215 euro per la singola, per la doppia 170 euro. Il costo a persona per il corso è di 160 euro. Per maggiori informazioni potrà chiamare la segreteria pastorale della Cesi (che organizza) al numero di telefono 091.6685491.

Scrivi una risposta