“Rifugiato a casa mia”, al progetto nazionale aderisce Caritas e Fondazione

0
297

La Caritas diocesana di Mazara del Vallo aderisce al progetto di Caritas Italiana “Rifugiato a casa mia” con il quale, rispondendo all’appello di Papa Francesco, si intende offrire un’accoglienza in grado di restituire dignità e fiducia ai rifugiati e ai profughi che arrivano nel nostro paese, facendoci prossimi dei più piccoli e abbandonati. Il progetto, che vuole promuovere una testimonianza viva di solidarietà della comunità cristiana, consiste nell’accoglienza di rifugiati e richiedenti la protezione internazionale all’interno di famiglie o in strutture parrocchiali con un continuo tutoraggio e accompagnamento della Caritas diocesana e della Fondazione San Vito Onlus.

caritas2

Saranno i due enti a occuparsi anche della selezione dei beneficiari e delle famiglie, e seguiranno tutto il percorso di accoglienza. «Ogni famiglia o parrocchia aderente all’iniziativa ospiterà per un periodo di sei mesi, persone singole o famiglie – spiega Girolamo Parrino, direttore della Caritas diocesana – garantendo un’accoglienza dignitosa e aiutando queste persone nell’inserimento sociale nel nostro territorio. L’accoglienza è rivolta a coloro  che sono arrivati in Italia già da tempo  e che vogliono rimanere per inserirsi nel nostro territorio». Informazioni si possono richiedere entro il 15 novembre ai recapiti: 0923908286 oppure 3316380931.

LEGGI QUI IL VADEMECUM DELLA CEI PER L’ACCOGLIENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta