[IL RITO] La Chiesa locale è in festa: conferito il Lettorato ai seminaristi Marco Laudicina e Daniele Donato

0
446

Il Vescovo monsignor Domenico Mogavero presso la Cattedrale Ss. Salvatore di Mazara del Vallo ha conferito ai due seminaristi Marco Laudicina e Daniele Donato il ministero di lettore. Marco Laudicina appartiene alla parrocchia San Matteo di Marsala e Daniele Donato alla parrocchia Maria Ss. Addolorata di Strasatti. «Mi ritrovo a riflettere sul cammino percorso finora in questo “tempo” di seminario e di verificarmi, alla luce dello Spirito Santo, soprattutto per quanto riguarda il mio rapporto con la parola di Dio, spiega Marco Laudicina. Il ministero che la Chiesa mi affiderà, infatti, mi riempie di enorme gioia, ma anche di molta emozione e trepidazione perché mi darà la possibilità di prestare la voce alla parola di Dio, di proclamarla, di farla giungere agli orecchi di coloro che la ascolteranno».

dani1

Per Laudicina «tutto il resto lo compirà lo Spirito, colui che l’ha ispirata e che la rende “viva ed efficace”. Con questo particolare ufficio sono chiamato a collaborare a un impegno primario nella Chiesa che mi metterà a servizio della fede, dovendo essere non solo un dicitore ma anche un realizzatore della parola, un testimone. Spesso si tende a sottovalutare questo ministero e a non valorizzarlo per quello che è perché siamo abituati a ricercare ciò che dà più visibilità e mette nelle condizioni di fare e poi fare, fare, fare».

dani2

Daniele Donato ha 25 anni ed è cresciuto nella comunità parrocchiale di Strasatti a Marsala. «In essa – spiega Daniele – ho imparato fin da ragazzo a confrontarmi quotidianamente con la Parola di Dio, modo con cui potevo dialogare con Dio. Sia in essa sia nelle comunità parrocchiali di servizio quali Sant’Antonio di Padova in Mazara del Vallo, Maria Ss. Bambina e santo Padre delle Perriere in Marsala ho cercato sempre di curare un rapporto privilegiato con la parola di Dio nei servizi che mi venivano chiesti di catechesi e di formazione».

Marco Laudicina (il secondo da sinistra) con i presbiteri don Antonino Gucciardi e don Davide Chirco e Daniele Donato.
Marco Laudicina (il secondo da sinistra) con i presbiteri don Antonino Gucciardi e don Davide Chirco e Daniele Donato.

Daniele osserva che «con l’approfondimento della teologia e dell’esegesi ho potuto ancor di più entrare in quella parola che in questi anni di formazione ho avuto come fedele compagna di viaggio che illuminava man mano il mio cammino e schiariva le tenebre del dubbio e dell’incertezza. Parola che mi è principalmente maestra e guida, che mi orienta sulla strada da seguire e mi riporta sui miei passi quando sto per smarrirmi, parola che è nutrimento quotidiano nella liturgia e nella meditazione personale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta