Il Vangelo di domenica 27 settembre 2015

1
306

Don Davide Chirco commenta le pagine del Vangelo di domenica 27 settembre 2015, nello specifico il Vangelo di Marco, capitolo 9 versetti 38 e seguenti. La rubrica Minuti di Vangelo, curata da don Davide Chirco, proposta settimanalmente in vista del Vangelo domenicale, vuole avere proprio lo scopo di andare al cuore delle parole di Gesù cogliendone il messaggio essenziale e tentando di intercalarlo nei meandri della nostra vita quotidiana. Unico scopo è quello di condividere ciò che la Parola ha seminato nel mio spirito perché lʼascoltatore, stimolato dalla meditazione, possa a sua volta mettersi in ascolto del Maestro e lasciarsi umilmente interrogare da Lui, “il solo essere assolutamente bello” (Dostoevskij).


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento

  1. bisogna tagliare tutte quegli affetti e cose che ci allontanano da nostro Signore,, per esempio: io sono sposato, ma il nemico mi mette nella mente un’altra donna che no è mia moglie, io devo subito tagliare questa persona dalla mia mente, perchè il Signore mi dice di amare mia moglie.. questo vuol dire contrastare con tutte le forze le tentazioni del maligno… dire semplicemente a Gesù: io amo mia moglie e tu lo sai Gesù e subito assaporeremo la presenza di nostro Signore che ci da tantissima gioia per avere scelto quello che piace a Lui…

Scrivi una risposta