LA FORMAZIONE/L’Azione Cattolica è esperienza di “vita bella”: da Mazara del Vallo a Cefalù per progettare e promuovere l’AC

0
458

L’equipe diocesana dell’Azione Cattolica ha partecipato a Cefalù, sabato 21 e domenica 22 Maggio, al modulo formativo regionale per le equipe diocesane di tutta la Sicilia sul tema “Accoglienti per scelta, per fare bella l’AC”. L’equipe partita da Mazara del Vallo era formata da Mario Li Vigni, Silvia Argirò, Maria Chiara Parisi, Piera Fimetta, Piero Fina e Maria Caracci. I due temi portanti dell’incontro sono stati “Progettiamo l’AC” e “Promuoviamo l’AC”, entrambi basati su come spendere il proprio tempo per «fare bella l’AC». In questo modulo formativo sono intervenuti la dottoressa pedagogista Rossana Ambra che in Sicilia coordina dei percorsi di spiritualità coniugale per le coppie e Monica Del Vecchio responsabile nazionale dell’area della promozione associativa.

Silvia Argirò, Mario Li Vigni e Maria Chiara Parisi.
Silvia Argirò, Mario Li Vigni e Maria Chiara Parisi.

Progettare non è programmare, è un’esperienza reticolare, flessibile, aperta, in cui sono previsti obiettivi chiari, determinati e al tempo stesso complessi. Non possiamo fare esperienze educative semplificando la realtà, è necessario un progetto reale, che abbia un “ciclo di vita” fondato sull’ideazione, sulle strategie, sui percorsi formativi. L’educatore è infatti uno studioso, che studia il progetto, è l’educazione stessa. Egli deve saper comunicare in modo efficace ed efficiente, ma soprattutto deve saper ascoltare, poiché ha il compito di facilitare le relazioni.

I membri di AC sono educatori, sono laici a cui è stata affidata la missione di evangelizzare, di offrire spazi di profezia  guidati dallo Spirito Santo, perché senza vento un aquilone non può volare. L’AC è anche promozione, perché promuovere significa custodire, vuol dire amare, accompagnare e riconoscersi nella «cura dell’altro». L’Azione Cattolica è un’esperienza di “vita bella”, di gioia, che aiuta a realizzare la propria vocazione nel mondo, è luce che illumina le ombre, le tue ombre. L’AC è famiglia, è gioia, è festa, perché se l’Azione Cattolica sta ferma, allora è una stazione cattolica!

Maria Chiara Parisi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta