[LIBRESTATE] Incontri con l’autore a San Vito a mare: a Mazara del Vallo torna padre Giulio Albanese e presenta “Missione Extra Large”

0
332

Una rassegna di libri scritti da presbiteri e presentata da presbiteri. È questa la particolarità di “Librestate”, la rassegna promossa dall’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro che si è aperta lunedì 15 luglio nello spiazzale antistante la chiesa di San Vito a mare a Mazara del Vallo. Cinque incontri che si concluderanno il 26 agosto e che si svolgeranno durante questi mesi estivi nell’ambito di iniziative (anche il cineforum) che si svolgeranno presso la piccola chiesa di San Vito a mare.

IL PROGRAMMA DEGLI INCONTRI

LUNEDÌ 19 AGOSTO, ore 21 – Padre Giulio Albanese presenta “Missione Extra Large”, nel dialogo con don Giuseppe Lupo. È un libro che invita a riflettere sul messaggio della Buona Notizia da annunciare a miliardi di persone a cui la Parola di Dio non è mai arrivata. L’invito di Padre Albanese è l’ascolto e il dialogo secondo la logica dell’incarnazione, del Dio fatto uomo.

Padre Giulio Albanese.
Padre Giulio Albanese.
Don Massimo Naro (a destra nella foto).
Don Massimo Naro (a destra nella foto).

LUNEDÌ 26 AGOSTO, ore 21 – “Sorprendersi dell’uomo” è il titolo del libro di don Massimo Naro che colloquierà con don Giuseppe Alcamo. Il libro raccoglie saggi che si propongono di intercettare e decifrare, con attenzione e con intenzione teologica, le domande radicali che la letteratura contemporanea ha formulato in alcune delle sue migliori pagine riguardo al senso dell’esistenza umana.

LA CHIESA DI SAN VITO A MARE

Una piccola chiesa, sulla spiaggia di levante della città, nel punto in cui secondo la tradizione San Vito si imbarcò con Modesto e Crescenza su una nave condotta da angeli per sfuggire alla persecuzione del padre Ila e del governatore Valeriano che con ogni mezzo tentavano di distorglierlo dal suo credo. La riconoscenza dei mazaresi per il martire concittadino San Vito che preservava la sua città dai pericoli di fame, pestilenza, carestie, terremoti e anche dai pirati musulmani si concretizzò nella costruzione di questa chiesetta che nel corso dei secoli ha subito profonde modifiche. Infatti nulla sopravvive dell’antica costruzione, nel 1776 la chiesa è stata interamente ricostruita.

La chiesa di San Vito a mare a Mazara del Vallo.
La chiesa di San Vito a mare a Mazara del Vallo.

La struttura architettonica attuale è caratterizzata da una disadorna semplicità: una sola navata con copertura a botte. Quanto al prospetto in alto spicca una croce mentre il portone è sormontato da un arco a tutto sesto. In questa piccola chiesa Papa Giovanni Paolo II, in occasione della sua visita l’8 maggio del 1993, ha indossato i sacri paramenti prima di presiedere la solenne concelebrazione che si è tenuta sulla grande palco appositamente allestito nello spiazzo vicino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta