Si chiama “Ali&radici” il gruppo universitario nato nell’oratorio salesiano di Marsala, dall’esperienza di chi è stato universitario e ha vissuto per anni lontano dalla città. Il gruppo è rivolto a giovani universitari che, per ragioni di studio, vivono in altre parti d’Italia ma che, fino a poco tempo prima di partire, erano parte integrante della vita dell’oratorio e della parrocchia. Il gruppo si è formato quest’anno presso la Casa salesiana di Marsala, su iniziativa dell’associazione dei salesiani cooperatori, ed è nato con l’obiettivo di continuare ad accompagnare i giovani durante il loro percorso di vita, andando al di là dei limiti derivanti dalla distanza. «Il nome del gruppo “Ali&radici” vuole ricordare ai nostri ragazzi, che hanno messo le ali verso luoghi lontani e nuove esperienze di vita, l’importanza delle loro radici» spiegano i cooperatori.

Ritrovarsi per condividere il presente dà importanza a ciò che negli anni precedenti si è vissuto. Gli anni di gruppo trascorsi insieme non sono stati solo un modo come un altro per impiegare il tempo, ma un’occasione ben sfruttata per intessere relazioni sincere e durature, ed è servito a far crescere e maturare quel senso di appartenenza non solo alla casa salesiana, ma soprattutto alla Chiesa. Il gruppo è formato da persone che dopo aver condiviso molto, hanno il piacere, periodicamente, di ritrovarsi per una chiacchierata, un sorriso, un abbraccio, che danno carica e voglia di andare avanti, con la certezza che un pezzo di passato non è lasciato alle spalle, ma è semplicemente cambiato in meglio rimanendo presenza.

Il gruppo “Ali&radici”.

Il percorso pensato per questi ragazzi prevede tre incontri in tutto l’anno, nei periodi di festa, quando i giovani universitari tornano a casa, ma anche e un canale di comunicazione continuo, attraverso WhatsApp, che permette di mantenere i contatti e garantire presenza e condivisione delle esperienze, delle occasioni e della Parola di Dio. Nella breve e tradizionale “Buonanotte Salesiana”, al termine del primo incontro, è stato consegnato ad ognuno dei presenti un piccolo bigliettino con un’immagine e una frase che riprende il tema formativo del Movimento Giovanile Salesiano di quest’anno: “Maestro, dove abiti? Con Te o senza Te #nonèlastessacosa!”.

Angela Caradonna per Condividere

© RIPRODUZIONE VIETATA

Nessun commento

Scrivi una risposta