IL MESSAGGIO/«Caro Pastore… l’augurio per Pantelleria è che sappia guardare avanti con fiducia»

0
575

Eccellenza, con grande gioia la comunità pantesca si appresta ad accoglierLa in occasione della Visita Pastorale [LEGGI QUI IL PROGRAMMA] che inizierà domenica 13 marzo, una grande opportunità che ci viene offerta in questo anno del Giubileo della Misericordia. Apprendiamo dal decreto, con il quale ha annunciato questa prima Visita Pastorale del suo ministero episcopale, che la sua attenzione sarà rivolta a «rinsaldare i vincoli di comunione, per ascoltare e per ravvivare le energie degli operai evangelici offrendo loro apprezzamento, incoraggiamento e sostegno…», riaffermando nel contempo la volontà di continuare ad «adoperarsi per promuovere la prospettiva socio-politica del territorio». Ritrovare al centro della sua azione e della vita della Chiesa il “primato delle relazioni umane” ci incoraggia a continuare nei nostri compiti e ad aprirci verso l’altro con umiltà, ma anche con rigore nella difesa dei valori morali e civili che si sorreggono.

Il sindaco Salvatore Gino Gabriele (a destra) coi sottosegretari Del Rio e Faraone e il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini.
Il sindaco Salvatore Gino Gabriele (a destra) coi sottosegretari Del Rio e Faraone e il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini.

La sua attenzione per Pantelleria non è cosa estemporanea. La comunità che ho l’onore di rappresentare guarda a Lei con riconoscenza per le numerose volte che ha potuto sperimentare la sua concreta vicinanza a questa realtà spesso dimenticata e poco considerata. Durante la sua visita, negli incontri programmati con i fedeli, le associazioni, le realtà culturali, sociali e politiche del territorio, avrà certamente modo di ascoltare percorsi avviati, preoccupazioni, aspettative ed obiettivi che animano la nostra comunità. Ecco, noi Le vorremmo affidare le criticità che ancora una volta ci vedono umiliati e inascoltati ma anche le speranze che ci fanno guardare al futuro, coscienti che l’obiettivo si concretizza se ritroviamo la forza di ravvivare le energie latenti in ciascuno di noi.

Le saranno giunte le ultime novità sul punto nascita di Pantelleria che di nuovo mettono in discussione il diritto di nascere in sicurezza sulla nostra isola, che di nuovo cancellano risultati ottenuti a seguito di un grande lavoro fatto in sinergia tra diverse istituzioni. Ogni volta si rischia di ripartire da zero, così come, anche rispetto ad altri temi sociali legati all’assistenza ai più deboli ed emarginati, ai giovani, alle famiglie o alla difesa del territorio, ci ritroviamo a combattere contro i mulini a vento.. ma anche contro la sfiducia e la rassegnazione che producono stagnazione ed immobilità nella vita della comunità. L’isola, la nostra isola, è il dono del Creato, un dono di cui essere grati, la bellezza che ci è stata donata deve però essere d’auspicio ai nostri concittadini per credere in loro stessi. Che il Signore ci aiuti a fare un miracolo. Il sindaco crede ai miracoli, ai cittadini con la sua intercessione chiedo di credere.

gabrielesindaco

Lei, Eccellenza, ci sollecita ad accogliere la Sua Visita Pastorale come “evento di grazia”, come «presenza del Signore che visita il suo popolo nella pace». Noi vogliamo augurarci che la presenza del Signore nella nostra vita e nella nostra comunità faccia sì che alle prime luci dell’alba si svegli un’isola in movimento, che produca e sappia guardare avanti con fiducia, attingendo forza e determinazione dal Giubileo della Misericordia. Con rinnovata stima, attendiamo di accoglierLa con affetto, grati per il tempo e l’attenzione che ci vorrà dedicare.

Salvatore Gino Gabriele per Condividere
Sindaco di Pantelleria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta