Messa di Natale, il Vescovo: «Sostegno ai marittimi, così Mazara del Vallo ritrovi la propria vocazione marinara»

1
366

Vicinanza, condivisione e compartecipazione ai marittimi tutti. In una sola frase: «Noi siamo con voi». Così il Vescovo monsignor Domenico Mogavero si è rivolto ai cinquanta marinai presenti nella Cattedrale di Mazara del Vallo, durante l’Omelia del Natale. In prima fila è arrivato anche il presidente della Regione Rosario Crocetta, insieme al presidente del Distretto Cosvap Giovanni Tumbiolo. Armatori e marittimi (la maggior parte dei presenti, negli ultimi mesi, sono stati oggetto di sequestri nei paesi del Nord Africa) hanno accolto l’invito del Distretto della pesca Cosvap e del Vescovo che, proprio nel giorno in cui gli equipaggi mazaresi sono tutti a terra per le festività natalizie, hanno voluto radunare soprattutto chi ha sofferto in questi mesi perché rimasto sotto sequestro nei paesi del Nord Africa.

Il presidente della Regione Rosario Crocetta, il presidente del Distretto Cosvap Giovanni Tumbiolo e il Vescovo
Il presidente della Regione Rosario Crocetta e, in fondo, marittimi e armatori mazaresi oggetto di sequestri nei paesi del Nord Africa in questi ultimi mesi

«Condividiamo le vostre ansie e i vostri timori – ha detto il Vescovo rivolgendosi ai marittimi seduti in prima fila – appoggiamo e sosteniamo le vostre aspettative per una regolamentata sicurezza della navigazione e della pesca». Il Vescovo ha ribadito come «il ripetersi dei sequestri non ha accresciuto la vicinanza alla gente di mare e non ha fatto intensificare la pressione dell’opinione pubblica perché con appropriate iniziative politiche e diplomatiche si affrontasse nelle sedi competenti il problema della sicurezza dei nostri equipaggi. Anzi, è subentrata come una forma di assuefazione in forza della quale i diversi ripetuti episodi non hanno fatto più notizia, come se la città e gli abitanti di Mazara del Vallo disconoscessero il loro secolare legame con il Mediterraneo e la loro vocazione marinara».

Il presidente Crocetta, Giovanni Tumbiolo insieme ad un armatore, al termine della messa in Cattedrale

Da qui l’appello ai cittadini mazaresi «di ritrovare la propria vocazione marinara attraverso il sostegno a quanti cercano nel duro lavoro della pesca una fonte di guadagno e di benessere per la propria famiglia e per la città. Se in passato il mare, particolarmente il Mediterraneo, ha fatto grande questa città, è tempo che ciascuno per la sua parte dia il proprio apporto per fermare il declino verso il quale irreversibilmente essa sembra incamminata».

Il presidente Crocetta, Giovanni Tumbiolo (Cosvap) e Simone Ingargiola, armatore del “Flori”

 «Al presidente Rosario Crocetta chiedo di consolidare l’orientamento assunto di esercitare un ruolo attivo nella gestione dei problemi del mare nostrum – ha detto ancora Mogavero – facendosi promotore di analoga iniziativa nei confronti del governo nazionale e dell’Unione europea».

Il presidente Crocetta, Tumbiolo e alcuni marittimi mazaresi, prima dell’inizio della messa in Cattedrale

Crocetta, al termine della messa, ha detto: «Vogliamo instaurare rapporti di reciproca collaborazione con i Paesi dell’altra sponda del Mediterraneo, mettendo in campo forze, energie e strumenti, compreso lo Statuto speciale. Qui a Mazara del Vallo, col Vescovo e col Distretto Cosvap, sappiamo di avere buoni compagni di viaggio in questa via da percorrere insieme».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento

  1. esaminare insieme le problematiche, confrontare le idee, elaborare e condividere obiettivi sperando, anche, nella tenacia e nel coraggio che solo la Fede in Gesù fatto carne può dare offendogli la miseria umana che “osa” per il bene di tutto e non per l’interesse di pochi!

Scrivi una risposta