[LA MOSTRA/IL CORSO] Itinerari di arte, fede e storia tra il Museo diocesano di Mazara del Vallo e il territorio

0
389

Giovedì 10 aprile alle ore 17, presso la chiesa di San Calcedonio (o del Purgatorio) in piazza Immacolata a Mazara del Vallo prende il via Signum crucis , arbor vitae, ovvero itinerari di arte,  fede e storia al Museo diocesano di Mazara del Vallo e nel territorio belicino, un insieme di incontri che si protrarranno sino al 30 giugno. La manifestazione si concentra sulla rappresentazione del Crocifisso in alcune significative opere d’arte del territorio diocesano. Il tema salvifico della Croce è ben esemplificato dalle complesse e diversificate simbologie sviluppate nell’iconografia siciliana, espressione fedele delle fonti scritturistiche e patristiche, del pensiero teologico e del contesto storico. Le opere selezionate per la mostra propongono un percorso simbolico che lascia emergere caratteri e peculiarità dell’arte siciliana, i suoi rapporti con l’area mediterranea, le sue scelte stilistiche.

Il Paliotto proveniente dal monastero di San Michele.
Il Paliotto proveniente dal monastero di San Michele.

MUSEO DIFFUSO

L’evento propone anche una serie di itinerari sul territorio diocesano, mettendo in relazione siti, monumenti, opere e creando, attraverso un percorso di “museo diffuso”, una virtuale continuità che potrà valorizzare realtà appartate, poco note e fuori dai tours più consueti e, nello stesso tempo, creare i presupposti per una rete museale territoriale relativa all’arte sacra ed al turismo religioso.

PARTNERS

La manifestazione coinvolge anche la “Rete Museale e Naturale Belicina – Sistema Museale e Paesaggistico Territoriale Integrato nell’area della Valle del Belice”, che affianca culturalmente l’iniziativa con il suo presidente Enzo Fiammetta, direttore anche del Museo delle Trame Mediterranee di Gibellina, ente prestatore di due ceroplastiche in mostra e il direttore Giuseppe Salluzzo.

LE OPERE IN MOSTRA

Alcune opere saranno per la prima volta in mostra. È il caso del venerato Crocifisso di Castelvetrano (sec. XVI-XVII), il cui breve prestito (tornerà in sede il 29 aprile) è avvenuto grazie alla disponibilità di fra Salvatore Zagone e tutta la Comunità cappuccina. Ma anche lo straordinario paliotto settecentesco dal Monastero di clausura di San Michele e il calice con i simboli della Passione da Santa Margherita Belice (sec. XVIII), eccezionalmente uscito dalla Chiesa Madre per concessione di don Filippo Barbera e della Diocesi di Agrigento.

coppa-1

GLI INCONTRI

Nel contesto culturale della manifestazione, è stato programmato, infatti, un ciclo di incontri sulle tematiche relative al rapporto tra arte, fede, storia e cultura, alla relazione tra simboli teologici e tradizioni popolari, ai caratteri propri della rappresentazione della Croce e dell’evento di salvezza in Sicilia, con particolare attenzione alle opere d’arte presenti nella diocesi di Mazara. L’itinerario storico e storico-artistico verrà offerto anche come occasione formativa di alto profilo alle scuole ed agli insegnanti di ogni ordine e grado, in collaborazione con l’Ufficio Scuola Diocesano, che ha adottato l’intera manifestazione e tutti gli appuntamenti culturali ad essa collegati come corso di aggiornamento docenti per l’anno 2013-2014. A tutti coloro che avranno seguito (e documentato con firma nell’apposito registro) il ciclo delle conferenze itineranti, verrà rilasciato un Attestato.

Il Crocifisso della chiesa di San Calcedonio di Mazara del Vallo.
Il Crocifisso della chiesa di San Calcedonio di Mazara del Vallo.

IL PROGRAMMA

APRILE
Giovedì 10, chiesa di San Calcedonio o “del Purgatorio”, Mazara del Vallo, ore 17: inaugurazione della mostra, con monsignor Domenico Mogavero, don Giuseppe Biondo (direttore Ufficio diocesano BB.CC. e arte sacra), Francesca Paola Massara, direttore del Museo diocesano; don Vincenzo Lombino, docente di Patrologia presso la Facoltà Teologica di Sicilia e Prefetto degli Studi del Centro Studi “San Gregorio Agrigentino” di Agrigento;

MAGGIO
Venerdì 2, chiesa dei Cappuccini, Castelvetrano, ore 19
Venerdì 23, chiesa madre, Campobello di Mazara, ore 17
Sabato 24, chiesa del Purgatorio, Marsala, ore 17
Mercoledì 28, chiesa di San Michele Arcangelo, Mazara del Vallo, ore 17
Giovedi 29, parco archeologico di Selinunte (ingresso lato acropoli), ore 17

GIUGNO
Martedì 10, Museo diocesano di Mazara del Vallo, ore 17

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Scrivi una risposta